Visure Camerali

Visure Camerali

La Visura Camerale è un documento informativo contenente tutte le indicazioni legali, economiche ed amministrative riguardanti un’azienda; essa si rende fruibile purché l’azienda risulti iscritta regolarmente al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio competenti della propria divisione provinciale ed al Repertorio Economico ed Amministrativo (REA).

Si specifica che la Visura Camerale non è un documento ufficiale, quindi non è opponibile a terzi, quindi non ha valore di certificato, poiché non riposta firme degli adetti della Camera di Commercio.
Se si ha l’esigenza di ottenere un certificato legalmente valido bisogna appositamente richiedere il Certificato Camerale, che dall’emissione ha valenza di sei mesi.

Le principali tipologie di Visura Camerale sono:

  • Visura Camerale Ordinaria: riporta le principali informazioni economiche ed amministrati che che l’Impresa ha precedentemente dichiarato presso il Registro delle Imprese e nel REA, tra le quali è possibile ottenere: dati anagrafici, codice fiscale, natura giuridica, data di costituzione, tipologia dell’attività, cariche amministrative, organi sociali, unità locali, licenze ed iscrizione all’albo o ruoli, numero NREA.
  • Visura Camerale Storica: riporta interamente gli stessi dati della Visura Camerale Ordinaria, ma suppletivamente si completa con le informazioni dello storico relative all’azienda interessante rispetto ad atti, denunce o domande che sono state iscritte o depositato presso il Registro delle Imprese dal 19/02/1996 e al REA.

Possono, inoltre, essere richieste  presso la Camera di Commercio Visure dettagliate su argomenti specifici, come:

  • Visura degli assetti proprietari: solo per le società di capitale (S.p.A.) riporta l’elenco dei soci, il trasferimento di quote sociali od azioni dell’azienda nel periodo storico interessante;
  • Visure per singoli blocchi informativi: diversificate per natura giuridica dell’impresa, sono nuove tipologie di visura che permettono al richiedente di selezionare solo le informazioni interessanti, rendendo dunque la Visura fruibile più facilmente e dettagliata secondo le proprie necessità;
  •   Visura di deposito: riporta l’avvenuto deposito di atti, moduli di iscrizione e moduli di denuncia presentati e protocollati regolarmente presso il Registro delle Imprese, ma che non sono ancora stati iscritti e registrati;
  • Visura camerale formato RD: riporta i dati presentati e registrati prima del 1996, anno in cui al Registro delle Ditte è supplito il Registro delle Imprese informatizzato,
  • Visura del protocollo: riporta esemplificativamente l’indicazione degli atti e modelli presentati presso gli Uffici addetti ed il numero di protocollo interessante.

Presso il Registro delle Imprese è, inoltre, possibile richiedere Fascicoli ordinari o storici dell’Azienda interessante comprensivi di Visura camerale storica od ordinaria, statuto e bilancio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *